The Sgorbions Grew Up

La storia inizia con due amici, Jake Houvenagle e Brandon Voges, che un giorno se ne escono con una domanda esistenziale e una conseguente idea geniale:

“Te li ricordi i Garbage Pail Kids? Chissà che caz…spita di fine avranno fatto?”

e:

“Boh, se fossimo delle brave persone dovremmo creare una serie fotografica sui nostri vecchi beniamini, 30 anni dopo.”

Ora, siamo sicuri che sia andata più o meno così. E se anche voi vi state facendo una domanda e casualmente quella domanda è: “Chi cazzo sono sti Garbage Pail Kids?” vi illumineremo con piacere.

7074413d-a269-4b7c-97c3-f71314bf2dc7

Loro, sono loro.

In Italia chi ha più o meno 30 anni li chiamava Sgorbions e collezionava le loro figurine di nascosto dalla mamma. Gli Sgorbions erano dei personaggi trash-demenziali, prodotti dalla ToppsCompany e rilasciati per la prima volta nel 1985. Nascevano come una parodia dei Cabbage Patch Kids, quella serie di bambolotti osceni cresciuti sotto foglie di cavolo, però più putridi e fetidi dei pantaloncini di Nicko McBrain dopo il Rock in Rio.

tumblr_ln6x2vvp8m1qd5t0b

“Non porto nemmeno i boxer!”

Tutti questi particolari noi li sappiamo perché c’è Wikipedia, non pensate male.
Piuttosto guardatevi come sono cresciuti Adam Bomb, Barfin Barbara e amici, aspettando che Jake e Brandon ci regalino anche le versioni adulte dei loro cugini italiani Matteo Cappereo, Marcello Sbudello e Lorenzo Fetenzo.

Adam_Bomb_Card_GPK

Armpit_Britt_Card_GPK

Barfin_Barbara_Card_GPK

Bony_Tony_Card_GPK

Clogged_Duane_Card_GPK

Photographer W. Brandon Voges (Bruton Stroube Studios) Concept Jake Houvenangle Retouching Jordan Guance (Bruton Stroube Studios) Producers Tony Biaggne, Matt Siemer and Sherry Tennil (Bruton Stroube Studios) Assistants Steve Eschner (Bruton Stroube Studios) Mandi Kohlmeier (Bruton Stroube Studios) Stacy Collier Hair/Makeup Julie Dietrich (Talent Plus) Priscilla Case (Talent Plus) Props/Wardrobe Cathy Rauch (Bruton Stroube Studios) Food/Barf Styling Cathy Chipley (Bruton Stroube Studios) Set Builder/Rigging Bill Stults (Bruton Stroube Studios)

Noah_Body_Card_GPK

(via: Juxtapoz.com)

Annunci

Expo Chronicles

Bene, il primo post di Springmachine non poteva non riguardare l’argomento che fino a ieri è stato sulle bocche di tutti: EXPO 2015.
Noi ve lo proponiamo oggi, con un po’ di ritardo.

Ok, non così in ritardo.

Ok, non così in ritardo.

Abbiamo girato i padiglioni più interessanti per voi radical che avete deciso di non presenziare neppure un minuto all’Esposizione Internazionale.
Per questo vi proponiamo un resoconto fedele di quello che abbiamo visto, padiglione per padiglione.

PADIGLIONE SUDAN
Aleggia l’odore pungente del ragù di nonna.
Al terzo giorno si scopre che arriva dalle ascelle dei visitatori.

Consigli utili su come gestire le risorse idriche.

Consigli utili su come gestire le risorse idriche.

PADIGLIONE MACEDONIA
Gravi due turisti di Pero affettati durante la visita.

Un frullato?

Un frullato?

PADIGLIONE ANGOLA
È notte alta e sono sveglio, sei solo tu il mio chiodo fisso.
Perché io da quella sera non ho fatto più l’amore senza te. Angola, Angola, Angola.

Per cortese concessione di Eduardo -Oliver-DeCrescenzo

Per cortese concessione di Eduardo -Oliver-DeCrescenzo

PADIGLIONE BENIN
Bene, ma non benissimo.

Beh, benin...

Beh, benin…

PADIGLIONE BRUNEI DARUSSALAM
Gravi sconti al padiglione del Brunei.
Nel pomeriggio lo staff del padiglione Citterio, armato di insaccati, ha invaso il padiglione del Sultanato al grido di: “Chi è che darà il salam qui?”

Logan will do it.

Logan will.

PADIGLIONE COMORE
Giunge notizia dell’arresto dell’autore del payoff di Padiglione Comore: Mangiare Comoriano mangiare sano”.

Il titolista comoriano.

Il titolista comoriano.

PADIGLIONE QUATAR
Dopo i tagli da parte dell’Emiro, Fluimucil mucolitico sponsorizzerà il padiglione del Quatar.

Meglio fuori che dentro.

Meglio fuori che dentro.

PADIGLIONE CITTÀ DEL VATICANO
Sembrerebbe non centrare un’ostia con Expo e il concetto di nutrizione, ma provate l’agnello di Dio.
Buono e tenerissimo.

Tranquilla Lisa, siamo sicuri che Sir. Paul farà spallucce.

Tranquilla Lisa, siamo sicuri che Sir. Paul farà spallucce.

PADIGLIONE AUDIOVISIVI
Pedro Almodovar presenta la sua ultima fatica. Un film sul difficile rapporto tra una madre ossessionata dal cibo e suo figlio: Rutto su mia madre.

Un'interpretazione toccante.

Un’interpretazione toccante.

PADIGLIONE DELLA ZECCA DI STATO
Qui dovete assolutamente provare il conio gelato.

Hanno anche un bancomat.

Hanno anche un bancomat.